Il business, le produzioni custom-made e le core competence



Esiste un complesso legame tra:

  • la capacità di un’azienda di fare business,

  • di farlo con livelli di performance e profittabilità elevati

  • le sue caratteristiche tecniche ed organizzative più intrinseche dell'azienda in esame, quelle che vengono comunemente indicate come competenze core.

Tale legame è tanto più intricato quanto più l’azienda in esame è caratterizzata da produzioni ad elevato grado di customizzazione, ossia realizza prodotti o servizi custom-made.

Ma proprio in questa tipologia di azienda, la complessità tecnica ed organizzativa è tale da rendere assolutamente necessaria l’individuazione e la conoscenza delle competenze core per poterle sfruttare al meglio come leva di competizione strategica.


Generalizzazione vs Specializzazione

Le aziende che operano in questo settore hanno una molteplicità di processi da gestire e catene di valore tendenzialmente lunghe e complesse e, proprio in questi contesti, spesso prevale l’approccio del ‘Facciamo tutto noi’. Si tratta di un atteggiamento che ha evidentemente un vantaggio: permette di tenere sotto controllo il processo di realizzazione di un prodotto complesso nella sua interezza; nello stesso tempo, però, presenta anche uno svantaggio: richiede efficienza, flessibilità e abbastanza risorse da poterle suddividere in tutte le aree aziendali coinvolte nella realizzazione dei prodotti.

La partita si gioca tra la generalizzazione e la specializzazione e il trend degli ultimi anni ha chiaramente dimostrato che la seconda batte la prima. Le grandi aziende, in particolare, gestiscono i loro brand, le loro business unit produttive e il loro know-how in modo da segmentare le diverse attività.


Cosa sono le competenze core

Partiamo da una definizione: ‘Con competenze core intendiamo quell’insieme di caratteristiche in grado di conferire valore ad un’azienda e di supportare la sua differenziazione rispetto ai competitors’.

Questa spiegazione mi piace perché mette in evidenza due aspetti fondamentali:

  1. Con le competenze core indichiamo qualcosa di sostanzialmente diverso dal know-how. Le competenze core rappresentano un sottoinsieme del know-how, mentre il know-how indica ciò che l’azienda sa fare, le competenze core rappresentano quello che strategicamente sarebbe conveniente fare.

  2. Le competenze core possono generare valore. Se l’obiettivo principe di un’azienda è generare valore, conoscere le proprie competenze core diventa essenziale.


Come identificare le competenze core

Identificare le competenze core di un’azienda o di un’organizzazione è uno step metodologico fondamentale da affrontare poiché chiama in gioco una serie di parametri importanti: la storia dell’azienda, il know-how interno accumulato nel corso degli anni, l’organizzazione attuale, gli asset e la resilienza, cioè la capacità di adattarsi ai cambiamenti. Individuare questi paradigmi è importante poiché permette di identificare il vero dna dell’azienda o dell’organizzazione e la sua attuale condizione, sulla base della quale andare poi a costruire strategie e modelli di business di successo. L’obiettivo è quindi quello di analizzare i diversi processi della catena di valore per capire quali sono quelli su cui investire energie per ottenere una maggiore profittabilità sul medio e lungo periodo.

L’analisi riguarda tre aspetti fondamentali:


1. Capacità tecniche

La domanda da porsi è: se oggi non avessimo la tecnologia o il know-how per eseguire internamente questo processo, andremmo a cercare un partner o un fornitore esterno o ci organizzeremmo per implementarlo internamente?

La questione pone l’attenzione sull’aspetto strategico del processo: se risulta cruciale, pur potendo rivolgerci all’esterno, probabilmente decideremo di implementarlo o di rafforzarlo internamente.


2. Leadership di mercato

La domanda da porsi è: siamo davvero così bravi in questo processo che qualcun altro, esterno all’azienda, ci potrebbe chiedere di eseguirlo per lui?

L’attenzione viene posta sull’condizione attuale e sulla storia passata. Per esempio l’azienda potrebbe già avere un know-how o una tecnologia pronta, ma i processi ad essa collegati potrebbero essere poco affidabili o poco performanti. Potrebbe, dunque, essere più conveniente affidarsi ad altri che meglio di noi riescono a gestire quei processi.


3. Leadership manageriale

La domanda da porsi è: guardiamo la nostra azienda o organizzazione, i leader dei prossimi anni potranno potenzialmente nascere dal gruppo di persone che oggi lavora su questo processo?

L’attenzione viene posta su quante energie vengono investite su questa attività; è evidente che se quell’area non è in grado di formare i leader di domani, forse – già oggi – gli viene attribuita troppa poca importanza.


Il vantaggio di conoscere le competenze core di un'azienda

Individuare le competenze core di un’azienda o di un’organizzazione aiuta a compiere scelte strategiche mirate. E questo approccio, soprattutto nel mondo della produzione custom-made, è importantissimo per diventare leader di mercato.

Bisogna immaginare che il valore complessivo generato dai nostri prodotti è la somma algebrica del valore che generiamo nei differenti punti della catena; imparare ad agire sui diversi anelli della catena di valore, quindi, permette di intervenire sulla massimizzazione del valore generato.

7 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

DevOps, NoOps, LEAN

[Pubblicato originalmente su "Il Caffè Digitale" Febbraio 2019] Cos'è esattamente il DevOps? Tre sono le dimensioni di fondo che possiamo individuare in questo concetto. La prima è l'automazione spint

ConnetBlog

Articoli, contenuti ed eventi del 

network Connet

 

ConNet

by WEPOWER SRL

Sede legale: Via Leone Tolstoi, 1

20146 - MILANO - Italia

PIVA: IT09462770968